mercoledì 27 febbraio 2013

Giappone: la cucina giapponese

Non si può andare in Giappone senza provare la sua cucina, ricca di tantissimi piatti, tutti diversi fra loro.
Spesso accade di collegare al Giappone soprattutto il sushi e il sashimi, ma sappiate che c'è ben altro, anche molto più buono.
In Giappone, data la difficoltà nel comprendere la lingua e il menu stesso, i vari locali presentano al loro esterno elementi che vi possono aiutare nel capire di che genere di locale si tratta: presso delle birrerie troverete delle lanterne rosse o casse di birra oppure potete trovare l'immagine di una mucca che sta ad indicare uno sukiyaki.
Ma vediamo nello specifico i piatti che non potete assolutamente perdervi:
Shokudo
  • Shokudo: si tratta di un locale che espone in vetrina i piatti del menu in plastica e che ha un costo molto basso. Solitamente in questi posti si ordina il pasto del giorno o il pasto a menu fisso (teishoku);
  • Izakaya: è la classica birreria dove consumare un pasto informale in un'atmosfera cordiale. Si riconosce dalla facciata rustica e dalle lanterne rosse esposte all'esterno, oltre che dalle casse di birra o di sakè impilate all'esterno;
Yakitori-ya
  • Yakitori: si tratta di spiedini di pollo e verdure alla griglia. Un pasto non molto abbondante, più uno spuntino per accompagnare la birra o il sakè. Solitamente questo viene servito negli izakaya, ma nei locali specializzati in yakitori (chiamati yakitori-ya) ci si siede uno accanto all'altro intorno al bancone, mentre si osserva il cuoco preparare i piatti. Si riconoscono dalla lanterna rossa esposta all'esterno e dal forte odore di pollo arrosto;
Un piatto di sushi
  • Sushi e Sashimi: è il piatto forse più famoso del Giappone e si tratta di un piatto a base di pesce. Esistono due tipologie di sushi: il nigiri-zushi che consiste nel pesce crudo servito su una polpetta di riso bollito di forma allungata, e il maki-zushi, avvolto in un foglio di alga essiccata. Insieme alle varie porzioni di pesce, spesso vengono servite foglie di zenzero, utili a rinfrescare il palato;
Ramen
  • Ramen: è un piatto importato dalla Cina che consiste in un piatto di tagliolini cotti in un brodo di carne e accompagnati da altri ingredienti, come porri e germogli di soia. Anche qui si è soliti sedere uno accanto all'altro intorno ad un bancone ed è inevitabile il rumore del brodo sorbito dai clienti;
Tonkatsu
  • Tonkatsu: è una cotoletta di maiale impanata e fritta, servito con una speciale salsa. Un piatto che piace molto agli occidentali perchè più vicino alla nostra cucina;
Okonomiyaki
  • Okonomiyaki: è simile solo nella forma alla nostra pizza, in realtà si tratta di foglie di cavolo cucinate su una piastra con una pastella a base di acqua, farina e uova a cui si aggiungono altri ingredienti, come uovo, verdure di vario tipo, zenzero, cipolle e tanto altro;
Gyoza
  • Gyoza: si tratta di ravioli giapponesi, ripieni di carne e verdure, da intingere poi in una salsa di soia.


1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...